sabato 12 settembre 2009

Pubblicità 2 - Ikea

Ho avuto la bella pensata di andare da Ikea. Ci si va per mangiare di solito, credo. Non so se vendono altro, so solo che dopo un po' cominci a chiedere perdono dei tuoi peccati cercando un'uscita, che credo esista solo dopo che hai stazionato lì per 180 minuti. Al 181° si materializza una porta e sei fuori. E piangi di felicità.

E insomma ero lì in fila per mangiare, che pareva che dessero il cibo gratis per quanta gente c'era, e invece ti vedo questo simpatico cartello qua


















Sparecchiando elimino la voce di costo di un impiegato. Mi sembra un concetto davvero carino. Ovviamente mantenendo inalterati i guadagni svedesi. Tra l'altro, se sparecchio io, dice che mi servono anche più in fretta. Forse mi sfugge la logica nordeuropea in tutto questo.

Ma vaffanculo va. Almeno coi soldi che risparmiate assumete qualcuno che vi migliori la comunicazione, Sacripante. Dimenticavo, spendete anche quattro lire per mettere gli accenti che qualita non si può proprio vedere..

6 commenti:

Erica ha detto...

Io ho avuto esperienze al limite del paranormale all'Ikea.. come per esempio comprare una libreria con due ante e scoprire solo al momento del montaggio che avevo preso solo metà della libreria... ci devo ancora tornare a prendere l'altra metà.. ancora non me la sento!

Scritto in Grassetto ha detto...

Mai stato all'Ikea e visto quello che hai scritto aggiungo un bel per fortuna

Anonimo ha detto...

Perchè devo cucinare io?
Se entri in cucina e ti prepari il pranzo, elimini il costo di qualcuno che lo fa per te, il cuoco insomma: così noi manteniamo i prezzi bassi e la disoccupazione alta, se poi ti porti la roba da casa i prezzi saranno ulteriormente ribassati
self food

Finira che proporranno di andare direttamente nei boschi svedesi a segarci da soli il legno per le librerie

Laura S. ha detto...

Cartello molto umano...
Ma poi, a parte le uscite inesistenti, vogliamo parlare dei bagni che non esistono (almeno, io non ne ho mai visti...) e dei nomi delle cose che uno compra?
Tipo la libreria "shnodde"
La lampada "brzanneiehh"
Ed il tavolo "Pnigherans"
Vabbè che sono svedesi, però potrei scrivere un libro fantasy in cui i personaggi avrebbero tutti il nome di qualcosa dell' Ikea.
E sarebbero pure credibili.
Nomi che poi magari vogliono dire "castoro" oppure "tavolodacucinainlegnomassello".
L'Ikea è il male.
(Inoltre ci siamo andati due volte nella nostra vita e due volte ci siamo persi per le autostrade, per arrivarci...)
U_U°
...Il male.

chiara ha detto...

credo di essere una delle poche a non essere mai andata all'Ikea!!!

Anonimo ha detto...

Full free Porn videos from Sweden.
SeksiSite - daily updated porn romantic erotic videos.


[url=http://www.sexvideos.cc] [img]http://www.sipvip.org/images/antonio/onanism.jpeg[/img] [/url]


-----------------------------
[url=http://www.seksitreffit.eu]masturbation [/url]

Post più popolari