giovedì 21 maggio 2009

Femminilmente 2 – Strane Storie di Gonne

No no, non ho scritto gomme con la emme. Ho scritto proprio gonne con la enne.
E sì perchè è da un po' di tempo che mi perseguita di brutto un'immagine di gonna. O un insieme di immagini di gonne, non saprei. Diciamo una mostra di gonne? Okkappa.
O per meglio dire ancora sono ossessionato da questa storia dell'interazione, dell'affinità elettiva, tra la gonna e la mutanda. Da donna ovviamente.

Più in particolare dalla tendenza della mutandina al femminile a incastrarsi nella gonna. A volte anche col pantalone. Insomma avete presente quando una vostra amica va alla toilette fa le sue cosine poi esce e un lembo di gonna rimane incastrato nella parte posteriore del sottostante indumento intimo? Ecco. Insomma. Come cazzo glielo fate notare? Ahò c'hai un pezzo de' gonna dentro a'e mutanne - non mi pare esattamente carino. Ripeto. Sono ossessionato. Non riesco a trovare un modo galante per uscire dalla situazione.

Figuriamoci quando oltre alla panta/gonna ci rimane anche mezzo rotolo di carta igienica.
Io l'altra volta alla mia amica non ho detto proprio niente. Ho fatto il vago. E mica sono fesso io, no no. Sono rimasto in religioso silenzio e non ho fatto notare nulla. Alla fine ci siamo alzati, ci siamo fatti anche una passeggiatina. Con lei che continuava a dire, ma che cazzo hanno da guardare sti qua? E io - hai ragione oh, manco c'avessi la coda!
Insomma DONNE!!! (no, non è ancora arrivato l'arrotino che arrota le cucine a gasse) come si svicola da situazioni simili? Io, per me, ho fatto del mio meglio.
Spero sarete d'accordo.

16 commenti:

mozzico ha detto...

Mo ci mettiamo a tavolino e cerchiamo di trovare un modo delicato per far notare questo piccolo inconveninte alle donne. Ma ti prego non far finta di nulla, evita che di farci fare una figura di m.. con il resto del mondo!! Anzi uso questo blog per fare un annuncio: uomini di tutto il mondo diteci (se possibile in modo delicato) se abbiamo la gonna messa male, ve ne saremo riconoscenti!!!

NikkoHell ha detto...

Io un po' di volte la gonna l'ho usata. Quella roba là che usano gli scozzesi insomma. Quella che Sean Connery ci va abbastanza fiero.
E sta cosa dell'incastro non mi è mica successa mica. Manco per niente. Vabbè che non portavo le mutande, però che c'entra.

Anonimo ha detto...

Spero - spero vivamente - di non essere io l'amica in questione...

Sprillicapilli

NikkoHell ha detto...

:) non trattasi di sprillicapilli no.
:)

elena g. ha detto...

a me, una volta, è successo di vestirmi in fretta, salire in auto, sentire "fresco" al sedere, ma avere troppa fretta per farci caso, entrare a scuola, notare uno sguardo bavoso al bidello, e salire in aula docenti. Una collega, dopo pochi istanti, si è sfilata gli occhiali da presbite e mi ha fatto notare che avevo un lembo di gonna infilato nell'elastico dei collant. Ditemi voi se fosse stato UN collega. Mi avrebbe davvero fatto entrare in una classe di adolescenti con il sedere mezzo scoperto? eeeeeeeeeeh?!

NikkoHell ha detto...

assolutamente....

Laura ha detto...

Oddio, è una cosa che credo non mi sia mai successa, però a 'sto punto mi chiedo: non è che non me l'hanno mai fatto notare (un po' alla Nikko-maniera)???

Mmm...

fatacarabina - remedios ha detto...

Se io portassi la gonna, che si incastra lì, e capita, oh se capita, e tu fossi mio amico, ecco riterrei doveroso che tu con la manina mentre fingi affettuosamente di cingermi dessi uno strattone alla gonna e sistemassi il tutto. Oppure preferirei che ti avvicinassi al mio orecchio e mi dicessi: ahò sistemati, che hai la gonna infilata lì.
Altrimenti, non saresti mio amico :D

myheart ha detto...

caro Nikko, si fa così, semplice semplice: ti avvicini all'amica, anche velocemente e le dici "scusa amica hai la gonna infilata nelle mutandine". Se hai confidenza, con delicatezza gliela sfili direttamente. Semplice no?
Ma poi spiegami, la carta igienica era esterna alla gonna o interna? no perchè sarebbe da preoccuparsi per la tua amica.
Fossi donna io non ti vorrei come amico!

Laura S. ha detto...

Concordo.
Dirlo in un orecchio è meglio.
Anche in modo spartano, non importa...tipo(Ahò c'hai mezza gonna infilata tra le natiche!)va bene, è uguale...PERO' FA IN MODO CHE SIA SUSSURRATO.
E' la soluzione migliore.
Non fare il vago ti prego!
Pensa che figura di sterco che le fai fare!
No...no...Dillo, dillo!
XD
Ciao!

NikkoHell ha detto...

No perchè in alternativa avrei pensato all'acquisto di megafono quello con le batterie e sul quale puoi pre-registrare uno slogan.
dopodichè azionarlo quando necessario a tutto volume.
Una cosa a modino insomma.

Un post didattico direi. per noi maschietti.

Sapo ha detto...

Concordo con chi dice che devi dirlo. Perchè DEVI dirlo. Con delicatezza, ma DEVI dirlo.

myheart ha detto...

"Fossi donna io non ti vorrei come amico!"
A pensarci bene non ti vorrei come amico comunque perchè devo pensare che se uscissi dal bagno con l'uccello ciondoloni dai pantaloni non mi diresti nulla!?

sid ha detto...

ennò!!!! ennò cacchio!!! non puoi fare una cosa del genere! maporcamiseria!!! non puoi!!! che se mi capita a me mi butto nel tevere in due secondi!
te devi semplicemente avvicinarti all'orecchio e dirle, hai la gonna messa male. lei si tocca e capisce tutto da sola. magari diventa rossa ma almeno non va in giro come una scema.
a me è capitato in una fiera... sta povera donna camminava per i corridoi e tutti che si giravano a guardarla, ad indicarla ed a ridere. questa aveva praticamente il sedere di fuori. appena l'ho vista le sono corsa incontro a dirglielo.
(però io sono una che lo dice se qualcuno c'ha la roba in mezzo ai denti o se c'ha una caccola che gli spunta dal naso... cioè, io lo dico perché vorrei lo dicessero a me, se capita)

ciacs ha detto...

oddio a me succede un giorno si e l'altro pure. ma perchè sono inceppata di natura. spero di non essere io, perchè saperlo via blog non è il massimo!!:)

nua ha detto...

a me non è mai capitata 'na roba del genere, però ho le chiappe scarne, sarà per quello? Tu, però, sei sadico.

Post più popolari