martedì 19 maggio 2009

Femminilmente 1 – Palos, si salpa

Stasera mi sento molto donna.
E allora ho voglia di introdurre un trittico di amiche che spero incontreranno il vostro più profondo odio. Sono la Nina la Pinta e la Santamaria. Hanno tutta l'aria di essere tre navi spagnole. Alla scoperta di una nuova terra. O molto più semplicemente in cerca di se stesse. Se gli uomini hanno perso i loro punti di riferimento, le donne fanno finta di averne trovati di nuovi dando però l'idea di vagare anche loro nella notte. Sperando che sia bel tempo per potersi almeno appoggiare alla Stella Polare.

La Nina è un .rar dagli occhi chiari e la voce affilata. La Pinta si perde in litri di birra, emette lampi elettrici e tiene un sorriso LCD Samsung 60”. La Santamaria batte il tempo. A bordo porta Colombo. La nave guida dai capelli alla Legs. Quando le incontro di solito mi siedo mi accoccolo da qualche parte e le sento blaterare. Il loro cianciare confuso mi culla come nemmeno la risacca del mare riesce a fare.

La prima volta che le ho incrociate vagavo in stato di incoscienza per il villaggio olimpico. Che, badate bene, di olimpico non ha più un cazzo. Ma comunque, non so bene come, ero finito da quelle parti. Te le vedo sedute a un tavolino all'aperto di una trattoria di cui non ricordo più il nome. Mi avvicino e prima che possano mandarmi a fare in culo chiudo gli occhi li riapro e chiedo gentilmente se possono prendermi a bordo. Anch'io sto andando a Ovest in cerca di qualcosa, le dico.
La Nina mi ringhia. La Pinta sorride e mi risponde che non vanno assolutamente da nessuna parte. Magari è proprio quello il problema – sibilo – ma non sono affari miei. Fate buon viaggio, vi saluto. Mi volto tiro su il cappuccio della felpa, insacco le mani nelle tasche e mi avvio.
Aspetta – la voce della Santamaria. Un tono dolce. Aspetta – ripete – abbiamo bisogno di qualcuno che prenda appunti. L'ultima tempesta si è portata via il diario di bordo. E poi abbiamo ordinato un risotto allo zafferano di troppo. Dovevi arrivare probabilmente. E ora ci sei.
Già, ci sono. Ma non per sempre.

10 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Si dice sempre così: questa volta va bene, ma non per sempre.
Poi basta uno sguardo e i progetti vanno a farsi friggere.
Sta andando la musica sul tuo blog, Starman - David Bowie, niente male davvero, grazie

Laura S. ha detto...

....
Che genere di droghe prendi, tu?
XDD
Scusa, io le cose troppo intelligenti e metaforiche non le concepisco.
Sono difficili eppoi mi fa male la testa che mica sono abituata a pensare io...
XDD
Ciau!
(E grazie del commento!)
C!

Paola ha detto...

Hehehehe... mi è piaciuta molto la descrizione delle "caravelle"...
Soprattutto la Nina che ringhia...
Cmq c'è sempre una possibilità anche se per un breve periodo... bisogna sapersi accontentare...
Scusa l'intrusione passavo di qui e mi son fermata a curiosare spero non ti dispiaccia... ti lascio una buona serata e se ti aggrada farmi visita sei il benvenuto... ciao ciao

Paola ha detto...

Hahahaha...nu nu non sono Nina!!!
Ciao Nikkohell piacere di conoscerti certamente ma sai non tutte le persone gradiscono "invasioni"...
Cmq grazie di avermi fatto visita e se ti va di seguirmi puoi aggiungerti ai miei lettori cosa che contraccambio con piacere sempre che non ti spiace... un abbraccio

Paola ha detto...

Non c'è 2 senza 3 arieccomi... hehehehe... beh almeno lo vedi tutto il blog... hihihihih
Grazie Nikkohell volo e planando mi aggiungo...
Uhmmmm.. prima ti ho salutato ...dopo ti ho abbracciato mò ti devo per forza baciare... ok un bacione

Lindalov ha detto...

E GRAZIA GRAZIELLA EGRAZIEALCAZZO 'ndo le metti, nel prossimo post?

nua ha detto...

come si chiama il tuo genio? Gli hai dato un nome?

NikkoHell ha detto...

Linda mi fa la gelosa. Mi lascia senza notizie per anni e poi si ripresenta così. Ma insomma, che modi e modi sono. deh.

Io ho il genio nel fiasco. Che quello nella lampada era trito e ritrito. Allor mi sono detto belin riempio un bel fiasco di montalcino e badabeng ci fiondo il genio. Ora quando carezzo il fiaschetto quello mi fa i rutti. Che malacreanza.

myheart ha detto...

caro Nikko siccome non ci ho capito nulla e non ho voglia di scervellarmi ma ho voglia di commentare mi riferisco al tuo sondaggio hard.
Quale sarebbe la posizione Er Dindondero?
E Batman, sarebbe con la testa in giù? Delucidami.
Sono deluso per la percentuale del missionario. A parte il nome, che è orrendo e smosciante, personalmente la preferisco. Si vede che le coppie non amano più guardarsi negli occhi.
ciao ciao

NikkoHell ha detto...

non hai capito nulla del post o del sondaggio? o tuttedddddue?
La posizione del Dindondero non è una vera e propria posizione. L'importante è urlare "el dindondeeeeeeroooooo" al culmine dell'orgasmone.
Quella di Batman: mi piace l'interpretazione del testa in giù. L'ho appena capita e credo che da ora la posizione Batman sarà quella a testa in giù.
Senza di voi sarei nullo. ;)

Post più popolari