domenica 18 novembre 2007

Riassumendo Sangue e Merda

Dunque. Come nei migliori bestselleroni di Jeffery Deaver è arrivato il momento in cui Lincoln Rhyme fa il punto della situazione. Non tanto nel giallo della scomparsa di Jin, perché comunque vaghiamo randomicamente in terra turca senza lo straccio di un indizio. Quanto nel tirare le fila dei personaggi che ci stanno accompagnando in quest’avventura. Personaggi dal sangue bollente. Personaggi dal cuore enorme. Personaggi pieni di merda insomma.

Abbiamo Jin. Il Ginecologo. Segni particolari sa tutto sulla vagina. La patata dalla A alla Z. Fortissimo nell’approccio iniziale alle puledrine. Scarso nell’andare in goal. Non gliela danno mai riassumendo in quattro parole. Si è meritato altri due soprannomi. L’Attore per il sorriso Colgate utilissimo nel disorientare il cliente. E Yoda(m). Perché è alto un metro e due barattoli di maionese.
Nota a margine: Jin se lo sono fregato. O è sparito di sua spontanea volontà.

Poi c’è Chef. Il cuoco del gruppo nonché Sindacalista. Base operativa Istanbul. Viaggia con un sidecar. Animo da figlio dei fiori. Solo che lui i fiori li calpesta.

Direttamente da uno dei Vangeli è sceso tra di noi il Santo. Custodisce il Kit del Trasfertista. Ha nelle mani l’equilibrio ormonale nel tempo del trasfertista. Detto anche DJ per essersi arrogato il diritto di decidere quale musica si ascolta in macchina. Di secondo lavoro fa il Farmacista. Magari un giorno vi spiego perché.

E siamo a tre. Il quarto è il Trottola. Non è che vi devo dire come mai no? Beh insomma, finora in terra turca ha percorso cinquantaseimilaottocento chilometri in macchina spostandosi di sede in sede ovunque ci fosse bisogno di lui. Detto anche l’Altruista. Perché non si fa mai i cazzi suoi. Romano di Civitavecchia, impossibile odiarlo.

Impossibile non odiarlo invece. Chi? Il Disadatted, Dis per i poveracci che ci lavorano insieme. Avete presente il puffo blu bastardo che riusciva a contraddire anche Grande Puffo? Bravi, ci siete. Che poi a me chi stava veramente sulle balle era proprio Grande Puffo. E Puffo Transessuale pure non scherzava. Cioè il puffo biondo travestito da donna. Cazzo lo sanno tutti che i puffi sono solo maschi. Insomma Dis. Altri soprannomi non pervenuti. Troppo rischioso dargliene più di uno.

Continuiamo con l’Eremita. La voce del gruppo. Nel senso che non si è mai visto. Vive in solitaria a Izmir. Qualcuno sostiene che non sia mai nato. Che esista cioè solo nella rete, nel web. Di secondo nome fa Lamento. Senza ulteriori commenti.

Ne mancano soltanto due alla conta. Il Guru si è guadagnato il nick con le sue trasferte in Estremo Oriente. E’ il nostro clock. Senza di lui non c’è verso di svegliarsi in orario. Infonde calma è serenità nel gruppo. Potreste sentirlo chiamare, en passant, anche come il Tirabouchon, per le dimensioni del suo fallo e la maestria nel tirare di spada.

L’ultimo soggetto è il Pusher. Lo spacciatore del manipolo di perversi uomini che vivono in questa storia. Tiene alto il morale degli altri. Lui però è tendenzialmente depresso e soffre di allucinazioni. A Roma è meglio noto come il Bigliettaio. Per il borsello da cui non si separa mai. Il cliente si rivolge a lui con l’appellativo di Giocoliere, per i numeri con i quali tenta di nascondere le magagne del nostro software.

Ah beh dimenticavo. A breve potremmo assistere all’ingresso in scena di Smanettone. O l’Esperto che dir si voglia. Dell’essere cioè che dovrà sbarcare in quel di Ankara per cercare di mettere qualche toppa al sistema. Colui il quale ha il dono di saper scrivere il sacro codice software. In Pascal ovviamente. Lo accetteremo tra di noi per due soli motivi a) è della Roma b) sa giocare a pallone e ci serve in vista dell’incontro di calcio tra la rappresentativa italiana e quella turca.

Insomma. Questi siamo noi. Sti cazzi direte voi. Vogliamo la fine di questa triste storia.

L’avrete ve lo prometto. Parola di boyscout.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

ma come "la fine di questa triste storia"????
ma no!!!!! non si può!!!! non deve finire!!!!
ancora non abbiamo capito chi sei!

NikkoHell ha detto...

Se è per questo nemmeno l'Eremita ha ancora capito un cazzo di chi sono i personaggi...
La laurea gliel'hanno data quando ha fatto il secondo tagliando alla macchina. Era in offerta speciale.

goblin ha detto...

manco io ho capito... credo ma nn ne sono certo... e cmq sta storia nn può finire... DEVE continuare e nn osare "contraddirmi" ;) :D

goblin ha detto...

....e visitando il sito dei puffi (che sono tutti blu) come se chiama sto puffo ceh assomiglia a Dis?

NikkoHell ha detto...

Puffodioso?
quello che dice sempre io odio.
Io lo amavo profondamente in realtà. Mi stava sul cazzo quello saputello. la puffabbionda. E quel porco di grande puffo.

Mauro ha detto...

era ora Pusher der cazzo che tiravi un po' le somme ma... non ci si capiva niente prima, adesso è peggio dio bu bu

Post più popolari